Jueves, 15 de noviembre de 2007
DEL POEMARIO

Variaciones/Variazioni

La stanza del poeta
ellegrafica-Gaeta-Italia

Trducci?n de Giuseppe Napolitano





E tutto quello che ? qui
e ora -su questa riva-
leggero rinasce
nella volta oscura del nostro mare





Sar? dimenticata la mia piccola
storia nella Storia - ma
si rialzer? unica e sublime
ora e per sempre





Mancano parole per andare
pi? liberi nella trama dell?sttesa.
Mancano parole per dar nome
al silenzio bianco della notte
che bruscia di sussulti assolutti.
Manca sapere fino dove
e quando inseguiremo
la parola invertebrata
e unica che mi permetter?
di nominarti al di l? del verbo





Oltre il bordo della voce
fatta tacere ieri
scopro il mio corpo informe
in questo punto dove
mi riconosco altra





Scrittura
-ferita
nel fiele
della bilancia
che suppura
soppesando
il silenzio.
Fuoco e pioggia
crepitanti
nella vacuit?
della pagina.
Uccello di passo
che domanda
una terra promessa
a un piccolo
tirano





L?ultimo
sei l?ultimo sguardo
possible -
mio unico cristallo
- tutte le variazioni
per un tamburo
di creta e carne
stanco di battere
in retirata







Estos poemas proceden del poemario De eternidad en eternidad, publicado por Editorial La Palma, colecci?n Ministerio del aire, Madrid, 2006.

Tags: Angela Serna

Publicado por gala2 @ 2:48  | POEMAS
Comentarios (0)  | Enviar
Comentarios